R E Ë N B O O G

Il Sudafrica oltre lo stereotipo

A TU PER TU CON IL MAESTRO DEL BRAAI

di Antonio Drago, Viky MR & Gaia Alberti.

In molte culture cibo e fuoco si combinano creando una tradizione gastronomica antica di secoli, ma in Sudafrica queste abitudini, primordiali e intramontabili, pare siano le più vecchie al mondo! Le più remote prove del controllo del fuoco da parte dell’uomo risalgono infatti alla preistoria, in quella che viene definita “The Cradle of Humankind” (la culla dell’umanità)l’area paleontologica situata a nord-ovest della città di Johannesburg. Ancora oggi cucinare la carne sulla griglia non è solo una consuetudine bensì una vera e propria passione che diventa evento sociale e festa nazionale. Qui quest’arte prende il nome di “braai”, termine che in lingua Afrikaans significa “barbecue” e non a caso i “braaiers” migliori al mondo provengono dalla Rainbow Nation.

 

La copertina del suo libro, 2015.

I miei numerosi viaggi, da Pretoria a Kapstadt, hanno arricchito negli anni non solo l’interesse storico e naturalistico verso il Sudafrica ma anche la sua cultura del cibo in questo luogo cosmopolita da riscoprire! Tra le rivelazioni più entusiasmanti del mio recente soggiorno nel Western Cape c’è senz’altro l’eclettico e solare JEAN NEL. Famoso Weber Coach e super richiesto Caterer di Cape Town, è tra i braaiers più conosciuti di tutto il Paese, spesso ospite di trasmissioni televisive e noto anche per essere l’autore di numerosi libri di successo come “Cooking with Gas” e “Braai the Beloved Country” (editi da Jacana Media)nei quali condivide le sue ispirazioni e passioni che diventano ricette gourmet per parties a 5 stelle, risultato di 15 anni di straordinaria carriera tra cucina e catering. Anche per lui il braai non è solo “arrostire carne sulla brace”, piuttosto un vero e proprio stile di vita.

“La cottura di carne sul fuoco è qualcosa che definisce la nostra evoluzione come specie. L’atto di usare il fuoco per cucinare il cibo definisce anche la nostra struttura sociale”

  • JEAN NEL

Per questa ragione i suoi libri contengono i segreti di una cucina variegata che include carne, pesce e piatti vegetariani. Dal boerewors al tjoppie, dagli antipasti in crosta di pane al salmone affumicato sposato con avocado piastrato fino a ricche insalate. REËNBOOG lo incontra a tu per tu per raccontarsi in un’esclusiva intervista italiana.

Il “Braai Guru” Jean Nel, South Africa.

JEAN, COME NASCE LA TUA PASSIONE PER LA CUCINA? 

“La mia passione per la cucina è cominciata quando ero davvero molto giovane. Sono cresciuto con un’ottima maestra, mia madre, che mi ha insegnato tutto quello che so. Ricordo ancora con amore quando, in piena estate, metteva le pesche sul braai. E ricordo altresì   le cosce di agnello che cucinavamo direttamente sul fuoco”. 

COME HAI TRASFORMATO questa dedizione IN CARRIERA?

“Ho iniziato con le grandi catene alberghiere ma presto ho realizzato  che lavorare alle dipendenze  di qualcun altro non faceva per me!  Ho  lavorato come food stylist finché un’azienda pubblicitaria mi ha commissionato il compito di realizzare la bandiera nazionale del braai. Il resto è venuto da sé. Cucinare è senz’altro la mia passione ma il braai … è molto di più”.

Photo. Jason Boud

Tra le tue numerose ricette quale piatto preferisci preparare?

“Ogni ricetta dei miei tre libri parla di me.  Le amo tutte! Ma  tra quelle più vicine al mio cuore c’è sicuramente la costoletta di maiale con salsa di fragole e aceto balsamico.  E’ la mia gratitudine  alla numerosa clientela italiana che vive qui a Cape Town”.

L’ingrediente che non può mancare nella tua cucina?

“Gli  ingredienti che non possono mancare nella mia cucina?  Accidenti!!!  Erbette fresche …odio quelle secche. E poi sono un fanatico di limoni, aglio e zenzero.  Per  una  buona esperienza in cucina  usare i migliori ingredienti è fondamentale”. 

Hai già pubblicato tre best-sellers famosi in tutto il Sudafrica. Nessun altro libro in programma?

“Sì, naturalmente! Sto lavorando ad un nuovo libro. Un libro che rende omaggio alla mia amata mamma. Tornerò alle mie radici, alla mia infanzia, dando ad alcuni classici del braai sudafricano una rivisitazione moderna”.

 

Sappiamo che verrai nel nord dell’Italia molto presto. PERCHÉ?

“Sono stato di sicuro un italiano nella mia vita precedente (…ride…) adoro cucinare il risotto al tartufo bianco con un tocco di parmigiano. Verrò  per esplorare i migliori mercati dei prodotti tipici italiani”.

DIRETTAMENTE DALLA SUA CUCINA una ricetta facile e veloce:
Gamberi con burro al limone e salsa peri-peri

24 gamberi sgusciati e senza teste

6 peperoncini rossi tritati

1 spicchio d’aglio finemente tritato

Paprika                                                                  

59 ml di aceto di vino bianco

125 ml di olio d’oliva

Prezzemolo a foglia piatta tritato 

  • I limoni si adoperano per servire

Aggiungere i peperoncini (ma rimuovere i semi per un peri-peri meno piccante), l’aglio, la paprika, l’aceto di vino bianco, l’olio d’oliva e il prezzemolo in un tegame e far cuocere lentamente per tre minuti. Poi con un frullatore tritare il tutto fino ad ottenere una salsa cremosa. Far raffreddare completamente la crema ottenuta in una piccola ciotola accanto al braai.

Nel frattempo scottare i gamberi con 45ml di salsa. Gettarli quindi sul braai ardente con dell’olio d’oliva per 2 o 3 minuti per lato. Infine spazzolarli con la restante salsa peri-peri e aggiungere il limone fresco.

#irresistibili

 

Baie Dankie, Jean.

Per altre sfiziose ricette non perdetevi la pagina instagram di Braai the Beloved Country 

“FACE-TO-FACE” WITH THE WEBER COACH

In many cultures food and fire combine to create a centuries-old culinary tradition but in South Africa these habits, primordial and timeless, seem to be the oldest in the world. The most remote evidences of the fire’s control by man date back to prehistory in what is known as the “Cradle of Humankind”, paleontological area located in the north-west of the city of Johannesburg. Nowadays cooking meat on the grill is still not only customary but a real passion that becomes a social event and an important national day. Here this art is called “braai”, a term that in Afrikaans language means “barbecue”, indeed the best “braaiers” in the world come from the Rainbow Nation.

 

The cover of his book, 2017.

My many travels, from Pretoria to Kapstadt, have enriched over the years not only my historical and naturalistic interest about South Africa but also its culture of food in this cosmopolitan place so different and worthy to be rediscovered! Among the most exciting revelations of my recent journey in the Western Cape is, without any doubt, the eclectic and cheerful JEAN NEL.A South African highly demanded Weber Coach, Teacher, and Corporated Event Caterer based in Cape Town, famous across South Africa. Often guest of TV-shows, he is also known to be the author of many books such as “Cooking with Gas” and ‘’Braai the Beloved Country’’ (Jacana Media Publishing) in which he shares his inspirations and passions and they are converted in 5 stars feasts gourmet recipes, result of his 15 years of cooking, training and catering. Even for him “braai” is not just grill meat on fire, but it is a proper South African lifestyle.

“If you are human, you can braai. Cooking meat over a fire is something that defines our evolution as a species. The act of using fire to cook food even defines our social structure as mammals – thanks to the lucky lightning strike eons ago, and the fact that there were some steaks handy”

  • JEAN NEL

For that reason the best-sellers contain the secrets of cooking everything, from boerewors, tjoppie, chops to smoked salmon with braaied avo, to salads and breads. REËNBOOG meets him for an exclusive italian interview.

The “Braai Guru” Jean Nel, South Africa.

JEAN, How does your passion for cooking was born?

“My passion for cooking started at a very young age.  I grew up around a mother that taught me everything I know.  I remember with love how she braaied peaches in the heart of summer.  Until today I still remember her leg of lamb on the braai.  In those days everything was cooked on open fire using wood”.

How did you turned your passion into a career?

“I use to work in very big hotels.  I however felt working for a boss was not me.  I started off as a food stylist.  An advertising company commisioned me to style the national flag out of braai meat…and the rest just followed.  Cooking is my passion, but braai’ing a God”.

Among your recipes, wich dish do you prefer to cook?

“Every recipe in my 3 books speak to my heart.  I love them all.  My pork chops with a strawberry and balsamic vinegar sauce is very close to my heart.  It’s my thank you to the wonderful Italian clients I have in Cape Town”.

The ingredient that cannot miss in your kitchen

“The staple ingredients that cannot be missed in my kitchen?  Oh damn…fresh herbs…I hate dry herbs.  I am fanatical about lemons, garlic, fresh ginger.  Start your cooking journey using the very best ingredients you can afford”.

You already wrote three famous best-sellers known all around RSA, any other book in progress?

“Yes of course! I am working on a new book.  A book paying homage to my beloved mother.  I am going back to my roots, my childhood, giving some South African braai classics a modern twist”.  

We know you’ll come soon in the north of Italy, tell us the reason why.
“I happen to Italian in my previous life.  (…laughing…)
I love to cook white truffle risotto…touch parmesan cheese, explore the best Italian food markets”.
Directly from his kitchen, an easy and fast recipe:

Prawns with lemon butter and peri-peri.

24 prawns, deveined

6 red chillies, chopped

1 clove garlic, finely chopped    

5ml paprika

59ml white wine vinegar

125ml olive oil

30ml chopped flat-leaf parsley

  • Lemon wedges to serve

Add chillies (remove seeds for a less fiery peri-peri), garlic, paprika, white wine vinegar, olive oil and parsley into a small pot and simmer for three minutes. Cool slightly and blend in a food processor until smooth. Cool completely. Place in a small bowl, alongside braai.

Toss deveined prawns with 45ml of the sauce. Throw prawns on an oiled grid and braai for 2 to 3 minutes per side, turning. Brush with any remaining peri-peri sauce.

#delicious

Baie Dankie, Jean.

Next Post

Previous Post

Rispondi

© 2017 R E Ë N B O O G